Sentiero degli ulivi

23.07 - 31.07. 2020

Tour del Monte Bianco



Sette bellissime tappe attorno a sua maestà

Un percorso classico attorno al Monte Bianco, di circa 100 Km. (+ una trentina di Km. di trasferimenti in auto) in 7 tappe, che si percorre sui sentieri di Italia, Svizzera e Francia, tra i 1000 e i 2650 metri d’altitudine. Il Trekking è impegnativo, ma noi lo prendiamo con calma e quindi fattibile e piacevole. Avendo l’auto, ed un autista, al seguito si possono saltare delle intere tappe ed è possibile trasportare i bagagli al seguito. Grado di difficoltà EE. Vita da rifugio…servono sacco lenzuolo ed asciugamani.


PROGRAMMA:

...23 luglio 2020…giovedì...viaggio di andata…la guida porterà il pulmino 9 posti, con partenza da Fano, e chi vuole può condividere il viaggio fino a Courmayeur; il ritrovo è stabilito presso il Piazzale Monte Bianco, al centro di Courmayeur. C’è un parcheggio anche per la sosta di più giorni in località LA PALUD. Si pernotta a Courmayeur.
…24 luglio 2020…venerdì…1° tappa…(ore 6 00’, salita 850 m., discesa 210 m.). Da Courmayeur ci si trasferisce in Val Ferret (1550 m.), dove si sale in quota (Rifugio Bonatti) per poi salire gradualmente fino al rifugio Elena (2062 m.);
…25 luglio 2020…sabato…2° tappa…(ore 7 00’, salita 600 m, discesa 900 m…fino a La Fouly). Dal Rifugio Elena (2062 m.) si sale al Grand Col Ferret (2530 m.), dove si entra in Svizzera e si scende sempre dolcemente fino a La Fouly (1610 m.). Incontro col pulmino. Chi vuole può andare in auto fino a Champeux (1480 m.) altrimenti sono altri 9 Km a piedi e + 300 m. di salita.
…26 luglio 2020…domenica…3° tappa…(ore 8 00’; salita 950 m; discesa 1120 m). E’ la tappa più forte. Da Champeux (1480 m.), eventualmente partendo da Arpette a quota 1700 m., si sale con gradualità fino alla Fenetre d’Arpette (2665 m.); la valle d’Arpette ed il Glacier du Trient, che poi si fiancheggia, giustificano la bella salita; quindi una lunghissima discesa, prima ripida, poi dolce ed infine piana (ex-ferrovia dei produttori di ghiaccio) ci portano a La Forclaz (1526 m.).
…27 luglio 2020…lunedì…4° tappa…(ore 6; salita 860; discesa 730 m.) . Da La Forclaz (1526 m.) si scende a Peuty (1326 m.) e quindi si sale a Col de Balme (2191 m.); poi si scende (seggiovia?) a Le Tour (1453 m.), dove si prende un trasporto fino ad Argentiere, sobborgo di Chamonix.
…28 luglio 2020…martedì…5° tappa…(ore 6 30’; salita 500 m; discesa 1000 m). Ci si trasferisce in auto a Les Housches (1010 m.), saltando la tappa Planpraz-Brevent, ecc…(troppo dedicata allo sci), dove ci si porta in quota in teleferica fino a Bellevue (1800 m.), quindi si sale a Col de Tricot (2120 m.) e quindi in discesa fino al Rifugio Chalet de Miage (1559 m.), il Rifugio Chalet du Truc (1720 m.) ed il paese di Les Contamines-Montjoie (1167 m.).
…29 luglio 2020…mercoledì…6° tappa…(ore 7 45’; salita 1200 m; discesa 880 m.) Ci si trasferisce in auto fino a Notre Dame de la Gorge (1210 m.) da dove si inizia di buon ora una salita molto lunga e dolce, con tante soste, fino al Col du Bonhomme (2329 m.) e a la Croix du Bonhomme (2433 m.); quindi una discesa fino a Les Chapieux (1554 m.).
…30 luglio 2020…giovedì…7° tappa…(ore 7 00’; salita 800 m; discesa 620 m). Trasferimento in auto fino a la Ville des Glaciers (1809 m.), quindi si sale a Chelet des Mottets (1870) e fino al confine con l’Italia a Col de la Seigne (2516 m.). Si inizia a scendere al Rifugio Elisabetta (2258 m.) e poi al Lac Combal, nella strada di fondovalle della Val Veny (circa 1900 m.), dove si può prendere un passaggio fino a Courmayeur. Si può pernottare a Courmayeur.
…31 luglio 2020…venerdì…viaggio di rientro a casa.

Spese previste:
spostamento bagagli (superiore alle altre escursioni) 7 x 8,00 €/g = € 56,00;
pernottamenti 8 x € 35,00;
cene 6 x € 22,00;
pranzi al sacco;
rimborso spese spostamenti intermedi €/pers. 20,00.
Accompagnamento ed assicurazione € 160,00.
E’ necessario che si formi un gruppo di almeno una dozzina di persone, per giustificare l’onere di un autista del pulmino.