PRONTO SOCCORSO

La guida si porta nello zaino una valigetta pronto soccorso contenente: istruzioni per l’uso in italiano; forbici di sicurezza; pinzette; spille di sicurezza; taglia fasce; cerotti preparati per bruciature; crema antisettica; steril strip (farfallette adesive sostitutive dei punti di sutura); striscia di cerotto medicato; triangolo di tessuto; benda triangolare; bende in rotolo adesive; tamponi di garza sterile; cerotto all’ossido di zinco; cerotto traspirante; cerotti preparati; cerotti preparati per occhi; preparati in tessuto per vesciche; guanti di vinile; termometro elettronico; paracetamolo; ibuprofen; salviette disinfettanti; glow stick (luce chimica di emergenza); duct tape (nastro argentato per barche); stick per punture di insetto. Inoltre…..compresse di Aspirina; collirio; compresse di antinfiammatorio; compresse di antibiotici; cerotti a nastro grande per vesciche; disinfettante; creme solari (pre e post); pompetta e corredo aspira veleno.
I partecipanti che sono professionalmente preparati per fronteggiare problematiche sanitarie (medici, infermieri, ecc…), sono pregati di farlo presente alla guida fin dall’inizio del trekking.


VESCICHE

Quando un punto dello scarpone tocca ripetutamente una parte della pelle, (non abituata, non adeguatamente protetta, ecc…) possono insorgere delle vesciche. E’ cosa normale. Si tratta di prevenire il più possibile intervenendo, con cerotti o altro di cui la guida ha disponibilità, prima che il fenomeno si acutizzi. Segnalare subito il possibile problema, senza vergognarsi della precocità della insorgenza: la tempestività permette di risolvere. Alcune volte sono causate da scarpe legate male, da calzini esuberanti in larghezza o da altre cause eliminabili. E’ sempre bene affrontare il trekking con scarponi vecchi già rodati.